Il BLOG

Cosa sta succedendo in Vignoblexport ?

11/03/2020

Destinazione Giappone: cosa bisogna sapere per spedire bene

Destinazione Giappone: cosa bisogna sapere per spedire bene
L'entrata in vigore dell'accordo di partenariato economico UE-Giappone e la prospettiva dei Giochi Olimpici di Tokyo nel luglio 2020 rafforzano le opportunità di business per le imprese francesi. Come possiamo approfittare di questo slancio spedendo i vini in Giappone in modo sicuro, nel rispetto delle norme specifiche per questa destinazione?

UN ACCORDO DI PARTENARIATO ECONOMICO UE-GIAPPONE: A COSA SERVE?

L'accordo di partenariato economico tra l'Unione Europea e il Giappone è stato firmato il 17 luglio 2018 ed è entrato in vigore il 1° febbraio 2019. È un segnale importante a favore di un commercio internazionale aperto e reciprocamente vantaggioso. E offre nuove opportunità per i produttori europei, in particolare per le carni bovine, suine, i formaggi, i prodotti trasformati, i vini e i liquori.

Questo accordo include impegni da rispettare: il diritto alla regolamentazione, l'azione per il clima, elevati standard di protezione ambientale e di lavoro, ecc. Assicura inoltre la protezione di produzioni francesi come lo Champagne o il Roquefort. 

Secondo la dogana, si tratta dell'accordo di libero scambio più ambizioso concluso dall'Unione Europea con un paese terzo, che dà vita ad una zona di libero scambio la cui ricchezza prodotta ammonta a quasi un quarto del PIL mondiale, rappresentando così notevoli opportunità per gli esportatori francesi. E semplificazioni in termini di certificato di origine...

I vantaggi:

  • Riconoscimento di 45 indicazioni geografiche francesi e di alcune pratiche enologiche.
  • Procedura semplificata per l'approvazione degli additivi
  • Abolizione dei dazi doganali per i prodotti alcolici (vino, alcolici, birra): gradualmente, dal 10 allo 0% in 8 anni. 

  

Tre condizioni per beneficiare delle riduzioni o delle esenzioni dai dazi doganali:

1. Presunzione di non manipolazione:

I beni esportati in Giappone possono entrare nel territorio di un paese terzo a condizione che non siano sottoposti ad alcuna operazione diversa da quelle necessarie a garantirne la conservazione o l'apposizione di marchi per soddisfare le esigenze interne del Giappone (trasporto, stoccaggio).

 2. Origine preferenziale Unione Europea:

Il prodotto deve essere originario dell'Unione Europea ai sensi dell'Accordo. Per acquisire l'origine preferenziale dell'UE, è necessario rispettare le norme di origine dell'accordo.

3. Domanda di origine preferenziale:

Per poter beneficiare del dazio doganale ridotto o nullo, l'importatore deve richiedere il regime preferenziale all'arrivo delle merci in Giappone. L'accordo UE-Giappone prevede un sistema ibrido con due possibili modalità: il rilascio di un certificato di origine o la conoscenza dell'importatore.

 

Vigilanza: 10% di IVA da pagare

L'accordo di partenariato economico tra l'UE e il Giappone ha abolito i dazi doganali, ma resta da pagare una tassa. L'IVA è pari al 10% del valore della merce.

 

I GIOCHI OLIMPICI A TOKYO NEL LUGLIO 2020: QUALI SONO LE CONSEGUENZE?

I Giochi Olimpici si svolgeranno a Tokyo dal 24 luglio al 9 agosto 2020. Una manna dal cielo per il commercio del vino, ma che richiede di anticipare le spedizioni. La dogana sarà effettivamente chiusa durante il periodo delle Olimpiadi, paralizzando il mercato. Per i viticoltori che desiderano spedire in Giappone, è necessario pianificare di farlo prima di maggio 2020.

 

ESPORTARE IL VOSTRO VINO IN GIAPPONE: UNA MANNA DAL CIELO PER I VITICOLTORI?

Il Giappone è il 6° partner commerciale della Francia (al di fuori dell'Unione Europea). Quasi 8.000 aziende francesi esportano in Giappone - airbag, formaggio, pasticceria, vino, attrezzatura da sci, attrezzatura per l'olio, scarpe di sicurezza, semi di girasole (fonte: Commissione Europea). Il Giappone è il secondo mercato del lusso al mondo dopo gli Stati Uniti.

Il vino è diventato un prodotto molto popolare tra i giapponesi, soprattutto i vini francesi. Il Giappone è il 2° mercato dell'Asia-Pacifico per il consumo di vini importati, dietro alla Cina. E il terzo per il consumo totale dietro l'Australia e la Cina.

Il consumo di vino rosso domina tradizionalmente il consumo di vino fermo in Giappone, con oltre due terzi delle bottiglie consumate (68% nel 2015) (fonte: foodloire).

Il Giappone importa 2,7 Mhl di vino all'anno, di cui circa 480.000 hl dalla Francia. (fonte: FranceAgrimer - studio Cniv).

I giapponesi sono educati al vino, amano scoprire e condividere. Apprezzano i beni di valore e sono disposti a spendere molto per prodotti di alta qualità. Inoltre, sono un obiettivo fedele e affidabile che apprezza le relazioni franche. Sono tutte qualità che fanno di questo paese una terra di opportunità per gli esportatori francesi.

 


 

INVIARE IL VOSTRO VINO IN GIAPPONE: QUALI SONO GLI OBBLIGHI?

Gli obblighi normativi variano a seconda dell'uso che verrà fatto del vino sul territorio (campioni per fiere, consumi personali, vendite professionali).

Scaricate tramite la vostra extranet VignoblExport:

  • La nostra scheda paese "Giappone" con tutte le informazioni utili per una corretta spedizione.
  • La nostra check-list "Esportazione in Giappone" per essere sicuri di non dimenticare nulla quando si invia l'ordine.

 

Photo credit : © Lauritta - stock.adobe.com

27/03/2020

COVID-19: restrizioni al ritiro o alla consegna

Consultate qui le restrizioni che ci sono state segnalate dai transportatore a seconda dei paesi e delle zone di ritiro e di consegna.
20/01/2020

Brexit: come possono prepararsi i viticoltori italiani

La data ufficiale per l'uscita del Regno Unito dall'Unione Europea è fissata al 31 gennaio 2020. Tale data inaugurerà un periodo di transizione fino al 31 dicembre 2020, a partire dal quale nuove regole operative, di circolazione e commerciali entreranno in vigore. Quali conseguenze possiamo prevedere per il commercio del vino? Come possono prepararsi i viticoltori francesi? Devono preoccuparsi?
16/01/2020

Capodanno cinese - quali sono le date e le scadenze da tenere a mente

In Cina, il capodanno cinese è una delle festività più importanti e l'opportunità di ricongiungersi con la famiglia. Chiamato anche Festival di Primavera, il Capodanno cinese 2020 inizierà sabato 25 gennaio e celebrerà il topo di metallo.
27/01/2019

Esportazioni di vino negli Stati Uniti: cosa cambia per le esportazioni italiane con la tassa di Trump

A seguito dell'autorizzazione concessa agli Stati Uniti dall'Organizzazione mondiale del commercio per l'applicazione di dazi doganali surtassati, per aeromobili e prodotti industriali e agricoli importati dall'Unione europea - compresi alcuni prodotti italiani - nuove tasse sono entrate in vigore il 18 ottobre.
Spedizioni
Import / Export
Operazioni di groupage
Italia - Unione europea - Mondo
Prelievi
Tutte le aree
viticole ITALIANE
compresa la Sardegna a la Sicilia
Partner
dedicati
negli Stati Uniti e in Cina
Contatto
Telefono
+39 0183 020154
Indirizzo
Via Papa Giovanni XXIII, 38
c/o rag. Giannitalo Beglia
18019 Vallecrosia (IM), ITALIA
© 2016 VIGNOBLEXPORT - Tutti i diritti riservati - Note Legali par Termini e Condizioni
Utilizziamo cookies per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle sue scelte di navigazione in modo da offrirvi la migliore esperienza sul nostro sito. Inoltre ci riserviamo di utilizzare cookies di terze parti. Per saperne di più consulta la nostra Cookie Policy. Continuando a navigare sul sito, accetti di utilizzare i cookies.
Accettare Rifiutare Saperne di +
This page does not seem to be in the language of your browser. Would you like to view it in your language?
Yes No