Il BLOG

Cosa sta succedendo in Vignoblexport ?

08/02/2021

ESPORTAZIONI DI VINI E LIQUORI: L’OPPORTUNITA’ CINESE

ESPORTAZIONI DI VINI E LIQUORI: L’OPPORTUNITA’ CINESE
Dall'inizio della pandemia nel 2020, il mondo ha visto un calo dei flussi commerciali globali di merci. La chiusura delle frontiere, il lockdown, l'indisponibilità di manodopera, le regole di distanziamento hanno portato a crisi successive nel settore dei trasporti: blocchi nei magazzini e ritardi alla dogana, crisi dei container, ecc. E come si comporta il mercato cinese in questo contesto? .

Per l'IWSR, analista di bevande alcoliche sul mercato mondiale, la Cina è uno dei paesi più dinamici del mondo in termini di consumo di vini. I vini italiani fanno parte delle loro scelte.
In questa crisi pandemica è opportuno continuare a scommettere sulla Cina come destinazione dei suoi vini? Se è così, come possiamo esportare in questo paese il cui funzionamento, lingua, cultura e regolamenti sono così lontani dai nostri?

La situazione del mercato di vino in Cina

Nel mondo del vino, i produttori hanno accusato un forte calo delle vendite, e il consumo in Cina nel 2020 è stato anch’esso impattato con all’incirca un -30% sulle importazioni. Ma la ripresa è rapida in Cina, che è uscita dal lockdown dalla metà del 2020.

Anche se non è ancora paragonabile a un mercato occidentale, il mercato del vino in Cina sta diventando più maturo. Le abitudini di consumo stanno diventando più internazionali con le nuove generazioni, e stanno raggiungendo anche le città di secondo e terzo livello; prova innegabile dell'occidentalizzazione degli stili di vita. Il consumo di vini e liquori per piacere personale è una nuova tendenza. La rapida crescita di questo segmento indica un aumento delle vendite e l'espansione della struttura dell'offerta.

Quale opportunità commerciale per i produttori italiani?

Così, se nel 2019 - a seguito degli accordi di libero scambio cino-australiani - l'Australia é diventata il primo importatore di vino in Cina, le opportunità per i viticoltori italiani sono ancora in vista. Dalla fine del 2020, dopo mesi di forti tensioni politiche tra i due paesi, la Cina ha imposto dazi doganali e sovrattasse antidumping (dal 107 al 212%) sulle importazioni di vino australiano. Dall'altra parte dell'Atlantico, la recente introduzione dei dazi doganali dell'amministrazione Trump sta chiudendo ulteriormente il mercato statunitense ai vini e agli alcolici francesi, ma non su quelli italiani. Tutte queste considerazioni convergono: per i viticoltori italiani, la Cina deve di nuovo essere considerata una priorità. O quantomeno una necessità.

Una regolamentazione chiara

Le spedizioni B2B rimangono soggette alla regolamentazione standard. L'esportatore e l'importatore devono essere autorizzati e dichiarati alla dogana cinese. I vini e gli alcolici devono essere registrati prima della spedizione. Per la dichiarazione doganale o al momento dell'importazione: sono necessari i certificati di analisi, origine, purezza, la lista di imballaggio e la fattura commerciale.

I prodotti devono essere etichettati in cinese o in Italia o prima della dogana nella zona sotto controllo doganale.

La regolamentazione cinese é spesso in evoluzione e a volte poco chiara, difficili da capire - non tutti i documenti sono sempre tradotti. È essenziale assicurarsi delll'assistenza e il supporto di un contatto locale, per evitare blocchi doganali e costi inutili. Inoltre, il vostro marchio registrato in Italia non è protetto in Cina ed è pertanto fortemente raccomandato registrare il vostro marchio in Cina, nella lingua originale e in caratteri cinesi. Un rappresentante locale è necessario a questo scopo.

2020 L’anno dell’E-commerce

La situazione sanitaria ha spinto il consumo online a nuovi record di vendite. In Cina, lo spostamento verso il commercio elettronico è diventato più pronunciato negli ultimi anni. Oggi le vendite B to C direttamente dall'estero stanno diventando comuni. Molte marche stanno approfittando di questo canale di vendita per via delle sue restrizioni amministrative altamente semplificate e i dazi doganali vantaggiosi rispetto alle importazioni tradizionali. Le importazioni da B a B a C nelle scorte di magazzino vincolate stanno diventando altrettanto molto comuni.

La vostra soluzione per l’esportazione verso la Cina

Vignoblexport ha messo in piedi una partnership dedicata esclusivamente all'esportazione di vini e liquori in Asia per accompagnarvi nei vostri progetti di sviluppo. Questa filiale cinese, chiamata EWS Imports Shanghai, ha una licenza di importazione che le permette di occuparsi di tutte le vostre formalità doganali. La nostra presenza in loco (ufficio a Shanghai), con un team dedicato, ci permette di organizzare eventi di degustazione ed anche di accompagnare i contatti cinesi - importatori, distributori, organizzatori di fiere, ecc - nell'organizzazione di eventi di degustazione. Tutto questo ci permette anche di immagazzinare i vini senza sdoganarli fino alla vendita sul territorio cinese e di spedirli in un altro paese asiatico. Negli uffici di Vignoblexport in Italia, il nostro servizio clienti accompagna i viticoltori italiani che desiderano esportare in Cina.

  • Stocchiamo i vostri vini et liquori nei nostri locali a Shanghai : temperatura controllata, videosorveglianza 24h/24, 7gg/7. 
  • Vi accompagniamo su tutte le formalità amministrative: 

>Registrazione dei produttori presso il CIQ
>Formalità doganali

  • Ci incarichiamo della conformità delle vostre etichette : traduzione, formattazione, stampa

 

Contattarci per studiare le nostre soluzioni al sostegno dei vostri progetti di sviluppo in Cina.


INVIARE VINI IN CINA: QUALI CANALI SONO POSSIBILI?

Gli obblighi normativi variano a seconda del canale utilizzato (B2B, B2C, B2B2C).

Scaricate via la vostra extranet Vignoblexport :

> La nostra scheda paese "Cina" con tutte le informazioni utili per una corretta spedizione.

> La nostra check-list "Esportazione in Cina" per essere sicuri di non dimenticare nulla durante il vostro invio.


Crédit photo : © Lauritta - stock.adobe.com

Rédaction : Aurélie Jeannin / Philippe Duong

06/05/2021

VignoblExport si unisce a Hillebrand

La rapida crescita dell'e-commerce ha portato VignoblExport e Hillebrand a unire le loro forze e competenze nella logistica dei piccoli volumi di bevande alcoliche e continuare così a concentrarsi sulla qualità e sul servizio al cliente.
15/10/2020

EWS SHANGHAI by VignoblExport

Siamo lieti di annunciare il lancio della nostra filiale a Shanghai per permettervi di arrivare più facilmente al mercato cinese.
12/10/2020

Rinnovo del vostro numero FDA USA

Dal 1° ottobre 2020 è iniziato la nuova stagione per il rinnovo delle registrazioni FDA. VignoblExport vi accompagna in tutta la procedura.
11/03/2020

Destinazione Giappone: cosa bisogna sapere per spedire bene

L'entrata in vigore dell'accordo di partenariato economico UE-Giappone e la prospettiva dei Giochi Olimpici di Tokyo nel luglio 2020 rafforzano le opportunità di business per le imprese francesi. Come possiamo approfittare di questo slancio spedendo i vini in Giappone in modo sicuro, nel rispetto delle norme specifiche per questa destinazione?
20/01/2020

Brexit: come possono prepararsi i viticoltori italiani

La data ufficiale per l'uscita del Regno Unito dall'Unione Europea è fissata al 31 gennaio 2020. Tale data inaugurerà un periodo di transizione fino al 31 dicembre 2020, a partire dal quale nuove regole operative, di circolazione e commerciali entreranno in vigore. Quali conseguenze possiamo prevedere per il commercio del vino? Come possono prepararsi i viticoltori francesi? Devono preoccuparsi?
Spedizioni
Import / Export
Operazioni di groupage
Italia - Unione europea - Mondo
Prelievi
Tutte le aree
viticole ITALIANE
compresa la Sardegna a la Sicilia
Partner
dedicati
negli Stati Uniti e in Cina
Contatto
Telefono
+39 0183 020154
Indirizzo
Via Papa Giovanni XXIII, 38
c/o rag. Giannitalo Beglia
18019 Vallecrosia (IM), ITALIA
© 2016 VIGNOBLEXPORT - Tutti i diritti riservati - Note Legali par Termini e Condizioni
Utilizziamo cookies per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle sue scelte di navigazione in modo da offrirvi la migliore esperienza sul nostro sito. Inoltre ci riserviamo di utilizzare cookies di terze parti. Per saperne di più consulta la nostra Cookie Policy. Continuando a navigare sul sito, accetti di utilizzare i cookies.
Accettare Rifiutare Saperne di +
This page does not seem to be in the language of your browser. Would you like to view it in your language?
Yes No